Ristoranti » Trentino Alto Adige » La Soldanella

La Soldanella

FacebookGoogle+PinterestTwitter

Da tre generazioni, una sala dopo l’altra, la cucina di montagna in tutte le sue declinazioni, bella oltre che buona. E una carta dei dolci che somiglia all’arte.

La soldanella è un fiore dalle corolle azzurre e bianche che cresce spontaneo da queste parti, semplice e tradizionale come la gastronomia di montagna qui riproposta da Adriano Florian con la moglie e il figlio Stefano. Ma semplice non vuole dire banale: significa sensibilità per la scelta delle materie prime, per le cotture della carne, per l’utilizzo dei prodotti offerti dal territorio, senza tralasciare le presentazioni, sempre curate e armoniose. “All’inizio questo era solo un rifugio con bar; mio nonno lo ha acquistato nel 1967e ha iniziato ad allargare gli spazi. L’ultima sala l’ha aggiunta mio padre nel 2007” racconta Stefano. Si mangia in una stube organizzata in tre salette di tre essenze di legno diverse, in parte di recupero, riscaldate dalla mussa, la tipica stufa di maiolica, oppure nell’accogliente giardino estivo, consigliati dalle simpatiche cameriere vestite con i tipici costumi locali; si può cominciare con il tagliere del cacciatore, un antipasto composto da petto d'oca e anatra affumicati con legni e sapori provenienti dai boschi circostanti, prosciutto di cervo aromatizzato con erbe e ginepro e polentine croccanti speziate, e proseguire con i bocconcini di cervo speck e noci all'aceto di lamponi. “Nel menu abbiamo inserito anche i ravioli al formaggio - Cher de Fascia e Fontal de Fascia - con mele e noci conditi con burro spumeggiante e alcune gocce di miele ai fiori di montagna” aggiunge Stefano. Ma la lista potrebbe continuare ancora con altre squisitezze, tra cui citiamo, solo per ragioni di spazio, il lombo di cervo al pino mugo inserito nel menu a inizio estate e subito molto apprezzato, servito con crema fritta ai tre profumi e spuma di pere williams e la creme brulè accompagnata da dadolata di pere annaffiate al moscato giallo e mousse di cioccolato fondente extrabitter. Situata a un paio di chilometri dal centro di Pozza, proprio all’imbocco della salita per la Valle di San Niccolò e vicino alla cabinovia del Buffaure, si presta molto come sosta post passeggiata o dopo un’intensa giornata sulle piste da sci. La figlia più giovane, Isabel, ha intrapreso da quest’anno la strada dell'arte culinaria: e la tradizione continua.

I ristoranti di questa provincia

Trentino Alto Adige

Pozza di Fassa (TN)

Dove

La Soldanella
Loc. Garnetè Vidor
30036 Pozza di Fassa (TN)
Tel. 0462 763389
E-mail. lasoldanella2007@libero.it

Info pratiche

Coperti: 50 e 30 esterni.

Carte di credito: le principali.

Ferie: fine aprile-metà giugno, fine settembre-fine novembre.

Chiuso: lunedì.

Costo Medio: 25/30 euro.