Ristoranti » Toscana » Lorenzo

Lorenzo

FacebookGoogle+PinterestTwitter

“Il pesce ha 24 virtù ed ogni ora che passa ne perde una”: per questo il patron lo acquista due volte al giorno. L’orchestra ben collaudata, in sala e in cucina, rende ogni esecuzione perfetta come fosse la prima volta.

Attorno a Lorenzo Viani, patron del più rinomato ristorante di pesce di tutta Italia, si sono intrecciati con gli anni miti e leggende, tra cui quella che lo vuole, ancora ragazzo, a pescare le cèe, gli avanotti dell’anguilla, quasi ogni mattina nel canale Burlamacca di Viareggio, per rivenderli al mercato del pesce: esempio che racconta come il ragazzo fosse già concreto e sicuro delle sue scelte già allora, e come lo sia rimasto oggi, quando si reca due volte al giorno ad acquistare il pesce tra i mercati e i pescatori versiliesi. La spiegazione ama ripeterla lui stesso:“Il pesce ha 24 virtù ed ogni ora che passa ne perde una”: non a caso ha deciso di comprarsi anche una barca con cui uscire a pescare direttamente. Oggi in sala al suo fianco c’è la figlia Chiara, con i sommelier Libero Musetti e Lorenzo Giannini, mentre la cucina è il set dello chef Gioacchino Pontrelli, insieme a Lorenzo sin dal 1981. Il menu non può che snodarsi sul meglio del pescato, che il talentuoso cuoco non snatura ma esalta nel rispetto nella creatività più pura: a tavola poi, è lo stesso Lorenzo Viani a completare il piatto creando in diretta la sua favolosa maionese, ingrediente necessario per gustare al meglio il pescato dell’alba e della sera. Non mancano le proposte di terra e cinque menu degustazione che variano a stagione. Lo stile del locale sposa lo stile della cucina: arte, arte pura, che non ha nulla a che vedere con l’eccentricità esasperata, ma con il passato mescolato con grazia al presente, grazie anche ai dipinti del nonno, anche lui Lorenzo, noto pittore impressionista dei primi del Novecento. Aperto nel 1980, il successo del ristorante non accenna a fermarsi: “Certo, un pochino la crisi colpisce anche noi” afferma Lorenzo. Ma Chiara aggiunge: “La passione e la dedizione che papà ha trasmesso a tutti noi si trasforma in professionalità; il nostro lavoro è come un’opera musicale: il direttore deve essere bravo e avere un’ottima orchestra, perché l’opera possa essere ben eseguita ogni volta come fosse la prima”.

Toscana

Forte dei Marmi (LU)

Dove

Lorenzo
Via Carducci, 61/63
55042 Forte dei Marmi (LU)
Tel. 0584 89671
E-mail. viani.lorenzo@alice.it
http://www.ristorantelorenzo.com

La proposta di questo ristorante
Info pratiche

Coperti: 60 interni e 10 all’esterno.

Carte di credito: tutte.

Ferie: dal 15 dicembre al 31 gennaio.

Chiuso: lunedì e martedì a pranzo.

Costo Medio: 85 euro.