Ristoranti » Toscana » Garibaldi innamorato

Garibaldi innamorato

FacebookGoogle+PinterestTwitter

Questo lavoro lo fai solo se hai passione, i clienti vengono da te se hai qualcosa in più da offrire rispetto agli altri.

Si presenta quest’anno con un nuovo look: le pareti chiare color tortora, i pavimenti in legno grigio in perfetto stile marinaro, l’imponente lampadario centrale in cristallo, imprimono al “Garibaldi innamorato” uno stile elegante e accogliente. Roberto Filippeschi, quando entrò in società coi fratelli Ticciati nel 1996 per aprire questo nuovo locale, faceva il commercialista e, quasi per scommessa, inizia a testa bassa a fare il ristoratore in via Garibaldi. Pura coincidenza perché dell’italico generale non ha nulla, solo il simpatico ricordo di una canzone. Oggi Roberto nel ricordare il suo passato ama definirsi “cuoco per passione” e scrupoloso ragioniere nella sua attività. E in momenti come questi, essere stati consulenti contabili e analisti di bilanci non guasta proprio. La squadra che lavora al “Garibaldi innamorato” è affiatata e perfettamente integrata, tutti utili ma nessuno indispensabile, per questa ragione il ristorante non chiude mai per ferie e non ha un giorno di riposo. Tutti sanno cosa fare ma uno su tutti ha idee precise e chiare: patron Filippeschi, sguardo vivace da puro toscano e volontà da vendere. “Qui si mangia solo pesce - ci dice - e solo pescato fresco. In cucina non abbiamo congelatore ma solo un abbattitore per le crudità, da noi il menù quasi non esiste, ogni giorno ne dovremmo scrivere uno nuovo e questo ci vincolerebbe il lavoro, che invece è ampiamente vario e creativo. Le nostre proposte, prosegue Roberto, sono rigorosamente vincolate al nostro mare e soprattutto ai miei fornitori, pescatori in prevalenza della zona. Presentiamo pesce azzurro e pesci poco noti alla grande distribuzione e alla maggior parte della nostra clientela”. Difficile sbagliarsi qui al Garibaldi innamorato. E per chi ha buone conoscenze di cucina di pesce può sempre sbizzarrirsi costruendosi un menù partendo da almeno otto antipasti, come minimo tre primi e un paio di secondi da abbinare con vini scelti in una cantina di 400 etichette. I piatti da ricordare dovrebbero essere diversi, ma a noi abbiamo trovato tra gli antipasti il centrolofo viola, sublime la zuppa di pesce alla corsa, e le lingue di gatto alla crema pasticcera.

I ristoranti di questa provincia

Toscana

Piombino (LI)

Dove

Garibaldi innamorato
ViA Garibaldi, 5
57025 Piombino (LI)
Tel. 0565 49410
E-mail. info@ilgaribaldiinnamorato.it
http://www.ilgaribaldiinnamorato.it

Info pratiche

Coperti: 50.

Carte di credito: tutte.

Ferie: mai.

Chiuso: mai.

Costo Medio: 35 euro.