Ristoranti » Puglia » Antica Locanda

Antica Locanda

FacebookGoogle+PinterestTwitter

In una vecchia posta per i cavalli, “il pesce in assoluto”, lasciato il più naturale possibile, viene cucinato con amore autentico e raccontato a tavola dal gentile personale di sala.

Ostuni è la Città Bianca d’Italia, per il caratteristico colore a calce che accomunava un tempo tutti gli edifici del centro storico: tra il brulicare di chiese, monumenti storici, vicoli e piazzette si trova l’Antica Locanda, il ristorante che Giuseppe Lo Russo rileva nel 1999 insieme al padre Salvatore e alla madre Maria Antonietta. “Avevamo un pub, sempre qui, sulla stessa piazzetta. Prima ancora io ho lavorato negli alberghi e nei ristoranti dei dintorni per trent’anni, diciamo insomma che mi ero fatto una certa esperienza” ci racconta il signor Salvatore. “Il pub doveva essere un rito di passaggio, ma è durato nove anni, fino o quando abbiamo avuto l’occasione di rilevare quella che era una vecchia posta per i cavalli. Allora abbiamo venduto il pub e ci siamo evoluti”. Gli spazi sono stati ristrutturati conservandone i soffitti a volta e le nicchie nelle pareti, che oggi ospitano vasi di ceramica e oggetti di terracotta e rame. Una decina di pizze a parte, “soprattutto per i bambini”, per la cucina il signor Salvatore non ha dubbi: “Solo pesce, pesce in assoluto. È la mia passione, i crostacei della nostra terra sono i migliori, basta solo un soffritto con pomodorino, aglio, prezzemolo e olio extravergine di oliva, perché il pesce se è buono non va coperto con niente. Ad esempio, io odio la panna, sono poco francese, non mi interessa: il nostro mare è così ricco di bontà pregiate che non abbiamo bisogno di fare altro, vedi la zuppa, lo scorfano di chianca, che è il nostro fondale roccioso, la cernia, la rana pescatrice, la gallinella”. La carta è lunga il giusto, costruita con quello che si trova al mercato del pesce di Polignano e dai pescivendoli di fiducia che escono con le loro barche. Il personale di sala illustra le specialità, spiegandone proprietà e cotture. I dolci li ha la signora Maria Antonietta, siciliana d’origine: proposte per lo più al cucchiaio, oggi preferite dai clienti, e torte casalinghe che cambiano a stagione. E la carne? “C’è, ma non è di qui. La compro in Lombardia, in Piemonte o in Veneto, dove c’è più cultura, nella macellazione, nella frollatura e nei tagli. E ci facciamo dei filetti buonissimi”.

Puglia

Ostuni (BR)

Dove

Antica Locanda
Largo Lanza 19
72017 Ostuni (BR)
Cell. 328 5684832
E-mail. info@anticalocandaostuni.it
http://www.anticalocandaostuni.it

Info pratiche

Coperti: 100 interni e 70 sulla piazzetta.

Carte di credito: tutte.

Ferie: variabili.

Chiuso: lunedì.

Costo Medio: 30 euro.