Ristoranti » Lombardia » D'O di Oldani

D'O di Oldani

FacebookGoogle+PinterestTwitter

La curiosità e l’attenzione verso il cliente e le sue opinioni, all’accoglienza ad personam e l’alta cucina buona e accessibile: un’oasi rivoluzionaria alle porte di Milano.

Quando Davide Oldani aprì il suo ristorante, il 23 ottobre del 2003 nella sua Cornaredo, le aspettative erano alte. Allievo di maestri del calibro di Albert Roux, Alain Ducasse, Gualtiero Marchesi e Pierre Hermè, il ragazzo aveva una precisa idea di ristorazione, fondata su semplici ma chiare regole: rispetto per i collaboratori, gli ospiti e i fornitori, cucina di alta qualità a prezzi ragionevoli, materie prime non ingiustificabilmente costose, stagionali e del territorio, attenzione allo spreco. Regole sintetizzate nel termine “cucina POP”, popolare “o meglio, popolano, alla portata di tutti. Lo coniò Regazzoni, un giornalista che mi intervistò appena avevo aperto e che capì perfettamente ciò che stavo facendo”. Un approccio all’alta ristorazione a dir poco rivoluzionario, una sottrazione di peso di calviniana memoria per esaltare la magnifica leggerezza del buono e dell’accessibile, quel “giusto e gusto” che da il titolo al suo ultimo libro, il quinto in ordine di tempo. Il ristorante, sulla strada principale di Cornaredo, fuori è una semplice casa un po’ anonima: dentro, l’arredo sobrio, essenziale ma non avulso da uno studio ergonomico attento, veste la sala principale e la piccola saletta da otto tavolini ed è lo sfondo ideale per accogliere tutta la creatività e la cortesia del padrone di casa. Perché Davide Oldani ti accoglie sulla porta, ti fa accomodare e ti racconta il menu, ti offre un calice di prosecco e un amuse buche per scusarsi se hai atteso il tuo tavolo per qualcosa come tre minuti; poi torna in cucina, la cui porta è sempre aperta, a dare gli ultimi ritocchi alle pietanze, e, non di rado, te le serve, tornando poco dopo a chiederti cosa ne pensi, guardandoti negli occhi e ascoltando davvero cosa hai da dire. Nei piatti gioca seriamente con abbinamenti, consistente, temperature e sapori, in un equilibrio di contrasti misurato e sempre piacevole, a partire dall’ormai celeberrima Cipolla caramellata con gelato e crema di parmigiano. Da mettere sempre e ancora in conto è la lunga – di almeno tre mesi – lista di attesa per la cena: la prenotazione viene presa dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 20, da riconfermare una settimana prima.

Lombardia

Cornaredo (MI)

Dove

D'O di Oldani
Via Magenta, 18
20010 Cornaredo (MI)
Tel. 02 9362209
E-mail. info@cucinapop.do
http://www.cucinapop.do

Info pratiche

Coperti: 35.

Carte di credito: nessuna.

Ferie: a cavallo tra Natale e la prima settimana di Gennaio, da metà luglio a fino agosto.

Chiuso: domenica e lunedì.

Costo Medio: 34 euro.