Ristoranti » Lombardia » Blu Ginger

Blu Ginger

FacebookGoogle+PinterestTwitter

Asian Contemporary Food. Dopo le esperienze pionieristiche di certa cucina cinese ecco finalmente l’avanguardia del nuovo che avanza e che fa bene anche alla nostra cultura gastronomica.

Se in un ristorante cercate (anche) il design, cominciate a bearvi già all’ingresso. Siamo sulla circonvallazione in fondo a via Tortona, zona quasi modaiola. In questo angolo di Milano quasi centrale e piuttosto trafficato troverete un ristorante asiatico di grande livello che ha precorso di almeno un anno una nuova tendenza milanese: gli “etnici” di qualità. Un posto raffinato - in assoluto, non in quanto etnico - per l’ambiente e la cucina. Gli interni sono a cura dell’Atelier Mendini - come a dire uno dei cardini dell’architettura e del design Milanesi - e spiccano per la loro estraneità ai canoni della tradizione orientale. Sulle pareti potrete ammirare due graffiti su gomma di Bros, genio solo parzialmente compreso della street-art milanese. Il locale, che si sviluppa su due piani, è immacolato e tirato a lucido. Dalla cucina giungono in modo discreto e gentile profumi invitanti. La cucina appunto: street-food dal Vietnam e dalla Thailandia, l’immancabile Sushi/Sashimi milanese qui praticato ai massimi livelli conosciuti in Italia e poi la cucina cinese rivisitata, quest’ultima buona quanto sorprendente. Sedetevi e subito vi porteranno un po’ di stuzzichini omaggio della cucina. Poi ordinate dalla carta o lasciatevi consigliare. Vedrete allora arrivare in tavola un’epifania di piccoli assaggi saporiti, leggeri (fritti da primo premio) e sorprendenti: conoscete la focaccina Thay? E poi i dim sum di gamberi con l’involucro di quattro colori diversi (quello più scuro è al cioccolato) o i bocconcini fritti di coniglio. I piatti più importanti di derivazione classica (anatra, manzo, pesce e crostacei) vengono rivisitati con grande inventiva e mano leggera. Il piatto più rinfrescante del mondo: insalata di mango verde con calamari spillo, gamberi e lime. Carta dei vini curata e pensata con chiara predilezione per i bianchi. Servizio premuroso ed efficiente sotto la guida effervescente e sicura di Elena Shang, la patron, affascinante figlia d’arte, che dopo essersi laureata in marketing e aver lavorato in grandi multinazionali è tornata al mestiere del padre (fondatore della Collina d’oro, storico Cinese alto in Milano). Lunga vita alla cucina Fusion, se la Fusion è questa.

Lombardia

Milano (MI)

Dove

Blu Ginger
Via Carlo Troya, 22
20144 Milano (MI)
Tel. 02 47718603
E-mail. info@blueginger.it
http://www.blueginger.it

Info pratiche

Coperti: 65.

Carte di credito: tutte tranne Diners.

Ferie: 10 giorni in agosto.

Chiuso: domenica.

Costo Medio: 11 euro a pranzo e 30 alla sera.