Ristoranti » Emilia-Romagna » Ristorante Allegria

Ristorante Allegria

FacebookGoogle+PinterestTwitter

Arrivarci è un bel viaggio alla scoperta dell’entroterra romagnolo. Sedersi a tavola è autentica emozione per la gioia che si vive.

Una delle parole d’ordine nell’alta ristorazione è: vivere un’esperienza. Ma non lo è solo in luoghi deputati allo scopo, in cucine costruite per raggiungere quel risultato. Se davvero si vuole vivere un’esperienza totale allora uno degli indirizzi da segnare in agenda è proprio questo: una trattoria di assoluta semplicità, negli arredi, nei piatti e nelle persone, ma dove la semplicità diventa emozione, storia, accoglienza che non ha nulla da invidiare ai locali di culto dell’alta ristorazione. Varcare la porta della trattoria, posta sul cocuzzolo appenninico di Ciola, da cui si dominano i nove colli della ormai famosa Granfondo ciclistica, e trovarsi il sorriso di Sara, l’ultima nata della generazione dei Canzini , tre anni già in giro tra i tavoli ad osservare curiosa, identico a quello della nonna Anna, detta Allegria, è il miglior benvenuto che si possa ricevere. Poi la parola passa ai piatti: “tre primi, tutti fatti in casa, ravioli, cappelletti e tagliatelle, un grande consumo di carne e soprattutto di cacciagione alla piuma, come allodole e tordi. È così da quando, alla fine della guerra, è ritornata la voglia di vivere e i miei genitori accoglievano gli ospiti” spiega Anna con quel suo modo di fare che incute benessere. Anche il luogo è rimasto fermo nel tempo, si entra dal bar, chiacchiera e si gioca a carte tra foto di famiglia e mobili rurali del ‘900, in sala e in cucina c’è tutta la famiglia impegnata: oltre ad Anna e alla nipotina, ci sono la mamma Bianca, i due fratelli Massimo e Silverio, la figlia Chiara e suo marito Sandro e il bulldog Berenice, amatissima. Un consiglio: meglio prenotare perché quei trenta posti a sedere sono molto ambiti, soprattutto nella stagione dei tartufi che qui vengono serviti con un’abbondanza senza pari. “La gente si deve cavare la voglia”, dice Anna. “Quando ci sono noi mettiamo fuori la lavagna con il prezzo del giorno e con la bilancina pesiamo davanti al cliente il consumo”. Il prezzo, va detto, non è quello delle gioiellerie del Monferrato, pur trattandosi di tartufo bianco di questo Appennino tra Romagna, Toscana e Marche.

I ristoranti di questa provincia

Emilia-Romagna

Mercato Saraceno (FC)

Dove

Ristorante Allegria
Via Ciola, 321
47025 Mercato Saraceno (FC)
Tel. 0547 692382

Info pratiche

Coperti: 30.

Carte di credito: nessuna.

Ferie: mai.

Chiuso: domenica sera e lunedì, in estate mai.

Costo Medio: 25 euro, ad eccezione del tartufo.