Ristoranti » Emilia-Romagna » Osteria del tempo perso

Osteria del tempo perso

FacebookGoogle+PinterestTwitter

Rimane fedele a sé stesso e il suo pubblico lo sa, per questo lo segue ovunque lui decida di vivere il suo mestiere. Un segnale di qualità e garanzia.

Silvio Piccari è tra i 38 protagonisti della pubblicazione “Bianchi e Neri”, cuochi e camerieri con cui l’Accademia Italiana della Cucina ha voluto celebrare la grande e antica civiltà della ristorazione romagnola. Uno chef self made man lo si potrebbe definire, che ha seguito il percorso di molti uomini della sua terra che del turismo e, di conseguenza, della buona cucina hanno fatto una professione e, in molti casi, una missione: cameriere stagionale in giovane età, poi gestore di bar e gelaterie, maitre d’hotel e, alla fine degli anni Settanta, il suo primo ristorante: il Tre Spade di Ravenna che Silvio Piccari ha portato alla stella Michelin. Dopo aver ospitato personaggi come Nelson Rockefeller, Gianni Agnelli, la famiglia Gardini Ferruzzi, Carolina di Monaco, Riccardo Muti, Silvio si prende una breve pausa per poi riaprire, nel 2004, questa osteria in società con il maitre sommelier Massimo Serena Monghini, autore della strepitosa carta dei vini e dei liquori che caratterizza il locale. Altre note positive sono costituite dalle collezioni di dischi jazz e raffinati libri che conferiscono all’osteria il senso di luogo di cultura permanente. In cucina lui, Silvio, grande cultore del pesce e delle tradizioni semplici di una cucina, quella romagnola, che ritorna a soddisfare i gusti contemporanei. Questa idea di cucina Silvio non l’ha mai abbandonata, unitamente all’altra che vede Silvio determinato nel difenderla: “Il mio ristorante non deve superare i quaranta coperti, il numero ideale per seguire sempre, con molta cura, il cliente. Inoltre questo mi permette di fare tutto in casa, dal pane alla pasta, con un menu ristretto a poche portate di grande qualità”. A condividere questa strategia ci pensano, per primi, i clienti che, pur cambiando il menu ogni due mesi, esigono che in carta ci siano sempre alcuni must della cucina di Silvio Piccari, tra cui i gamberi croccanti con riso venere, il fritto e la terrina ai tre cioccolati. “Non posso toglierli. Se lo faccio i clienti si arrabbiano proprio”. Destino di un bravissimo cuoco che ha costruito il suo successo sulla serietà che lo contraddistingue dal primo giorno d’inizio dell’attività.

Emilia-Romagna

Ravenna (RA)

Dove

Osteria del tempo perso
Via Gamba, 2
48100 Ravenna (RA)
Tel. 0544 215393
E-mail. info@osteriadeltempoperso.it
http://www.osteriadeltempoperso.it

Info pratiche

Coperti: 45.

Carte di credito: tutte tranne Diners.

Ferie: mai.

Chiuso: mai.

Costo Medio: 35 euro.