Ristoranti » Emilia-Romagna » Locanda al Gambero Rosso

Locanda al Gambero Rosso

FacebookGoogle+PinterestTwitter

Credere, e continuare a farlo, nelle realtà locali lasciando che altri si sbizzarriscano con cucine d’avanguardia che non sempre sono percepibili dalla maggioranza degli “utenti” della cucina.

Loro la chiamano cucina usuale, quella di necessità che fino al dopoguerra, in ogni parte d’Italia, ha garantito la sopravvivenza di intere famiglie perché si basava quasi interamente sulle risorse (anche misere) espresse dal nostro territorio. Loro sono Moreno Balzoni e Giuliana Saragoni, i titolari della Locanda Al Gambero Rosso, che di questa cucina usuale hanno fatto una scelta di vita professionale in tempi non sospetti, fin dal 1992, quando le sale dei ristoranti erano dominate da ben altre tendenze, nouvelle cuisine in primis. “Il Gambero Rosso è una trattoria con alloggio che ho preso a gestire dal 1992, lasciando la mia precedente attività di impiegata e subentrando ai miei genitori - racconta Giuliana Saragoni - che erano qui dal 1951”. Quando arrivò Giuliana aveva solo una cosa ben chiara in mente: credere nel territorio. Oggi lo fanno in molti ma lei e suo marito, almeno in queste zone, sono stati autentici precursori. “Credere allora, e continuare a farlo, nelle realtà locali lasciando che altri si sbizzarriscano con cucine d’avanguardia, pur apprezzabili, ma che spesso sono elucubrazioni, esercizi accademici o ricerca esasperata di innovazione che non sempre sono percepibili dalla maggioranza degli ‘utenti’ della cucina” è il punto di forza espresso da Giuliana e Moreno. Lei in cucina, lui nei boschi e nei prati a raccogliere le erbe spontanee che sono una parte integrante della loro cucina. E poi in sala, insieme alla figlia Michela e al genero Paolo. Agli ultimi due è affidato il compito di presentare menu e carta dei vini, a Moreno spetta invece il ruolo di suggeritore: “Una volta che gli ospiti hanno scelto racconto nel dettaglio ciò che stanno mangiando, le provenienze e la storia, magari invogliandoli ad assaggiare, in una successiva visita, altre delle ricette meno conosciute ma tanto più intime della nostra cucina” racconta il marito di Giuliana. Polpette di nonna Diva e sformato di verdure, zuppa “nobile” di erbe di campo, minestra di castagne, tortelli di patate con formaggio di fossa, coniglio arrosto farcito alle erbe sono alcune delle proposte di Giuliana.

I ristoranti di questa provincia

Emilia-Romagna

Bagno di Romagna (FC)

Dove

Locanda al Gambero Rosso
Via G.Verdi, 5
47021 Bagno di Romagna (FC)
Tel. 0543 903405
Cell. 335 5475260
E-mail. locanda@locandagamberorosso.it
http://www.locandagamberorosso.it

La proposta di questo ristorante
Info pratiche

Coperti: 50.

Carte di credito: le principali.

Ferie: variabili.

Chiuso: aperti a pranzo dal mercoledì alla domenica, il venerdì e il sabato aperti anche a cena.

Costo Medio: 35 euro.